Momenti esperienziali e sensoriali dell’olivicoltura e degli oli extravergini

Esperienze

Il frantoio Giocondo propone oltre alle attività classiche di cura di oliveti e gestione della trasformazione delle olive in olio anche:  degustazioni e acquisto di prodotti in azienda, visite guidate e attività con i turisti. In particolare minicorsi di degustazione degli oli che produce direttamente negli oliveti antichi – SULLA COSTA DEI TRABOCCHI – quindi a contatto con le piante che hanno generato quelle olive. Spiegare le caratteristiche degli oli rapportandoli alla varie tipologie di rusticità delle cultivar e forma delle olive (più grandi e morbide, o più piccole e coriacee). Essendo sulla costa abbineremo, durante la degustazione, i nostri oli ai pesci locali ed ai prodotti agricoli presenti al momento.

“E’nostra intenzione rafforzare le partnership con ristoranti locali dove già vengono proposti i nostri oli in abbinamento ai piatti di pesce spiegando il motivo dell’abbinamento stesso. Propaganderemo questa proposta con spazi dedicati sui social e sul nostro sito internet, le nostre iniziative sono già attualmente presenti su tripadvisor

La Struttura

C’era una volta nel 1930 a San Vito Chietino un carrettiere di nome Giocondo. Possedeva un carro e una mucca, un figlio di nome Nicola, un frantoio e una pressa a pietra per la macina dell’olio. Che cosa faceva un carrettiere?  Giocondo, in particolare trasportava per sé e per terzi con il suo carro e con la sua mucca i mattoni dalla fornace sita sulla costa dei trabocchi a Marina di San Vito Chietino. Oggi la ex fabbrica dei mattoni è ancora lì in disuso, ma è ancora lì. Possedeva, un frantoio e vista l’importanza dell’olio nelle case delle persone, pensò che quello poteva essere un investimento per il futuro. Nicola suo figlio, nel cercare di contribuire a questo sogno e vedendo che suo padre stava avanzando con l’età decise di migrare per gli Stati Uniti con l’obiettivo di sostenere economicamente  moglie, i suoi tre figli e il nonno. Uno dei tre figli di Nicola, si chiamava anch’esso Giocondo. Sentiva la responsabilità di una famiglia con un padre lontano e un frantoio da dover mandare avanti. Infatti Dino, definisce suo nonno Giocondo, un uomo dalle grande capacità, ingegnoso e laborioso. Nel frattempo, la seconda guerra mondiale obbligò Gioconodo a partire sul fronte in Jugoslavia, così come suo fratello. Rientrò a casa a San Vito Chietino solo nel 1943 con l’intento di ridar vita e ricostruire il famoso frantoio di suo nonno.

“In frantoio, mostriamo e le tecniche di estrazione attraverso un documentario professionale. Proponiamo ai nostri ospiti minicorsi assaggio olio con degustazioni “verticali” dei nostri oli”

 

https://video.ibm.com/recorded/126812882?fbclid=IwAR3FMsUmyLUjg4_F81VbFdi1-OF6fJx35M-gyPtZslLWQR7VBdf7Ky9haus

Struttura

Categoria

Esperienze

Regione

Città

Indirizzo

via S.Rocco Vecchio,9 San Vito Chietino - 66038 - chieti

Email

info@frantoiogiocondo.it

Sito web

Numero di telefono

3471656911

Prezzi

Contatta la struttura per maggiori Informazioni

Info e Prenotazioni

telefoniche al numero 347 1656911, per mail a info@frantoiogiocondo.it,

Geolocalizzazione

Contatta la struttura per maggiori Informazioni

Come Raggiugerci

In auto uscita A14 casello Lanciano - S.Vito Chietino In treno, stazione di riferimento Pescara per treni a lunga percorrenza. Cambio a Pescara con treno locale per San Vito Chietino; in stazione a San Vito si possono affittare bici. Aereo - aeroporto di Pescara.

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Importante

La valutazione personale non corrisponde al voto per il Concorso Nazionale Città dell’Olio. Per votare l’iniziativa ai fini del concorso è necessario registrarsi (vedi Regolamento) e cliccare sull’apposito pulsante in alto a destra.