Momenti esperienziali e sensoriali dell’olivicoltura e degli oli extravergini

Esperienze

Il frantoio Giocondo propone oltre alle attività classiche di cura di oliveti e gestione della trasformazione delle olive in olio anche:  degustazioni e acquisto di prodotti in azienda, visite guidate e attività con i turisti. In particolare minicorsi di degustazione degli oli che produce direttamente negli oliveti antichi – SULLA COSTA DEI TRABOCCHI – quindi a contatto con le piante che hanno generato quelle olive. Spiegare le caratteristiche degli oli rapportandoli alla varie tipologie di rusticità delle cultivar e forma delle olive (più grandi e morbide, o più piccole e coriacee). Essendo sulla costa abbineremo, durante la degustazione, i nostri oli ai pesci locali ed ai prodotti agricoli presenti al momento.

“E’nostra intenzione rafforzare le partnership con ristoranti locali dove già vengono proposti i nostri oli in abbinamento ai piatti di pesce spiegando il motivo dell’abbinamento stesso. Propaganderemo questa proposta con spazi dedicati sui social e sul nostro sito internet, le nostre iniziative sono già attualmente presenti su tripadvisor

La Struttura

C’era una volta nel 1930 a San Vito Chietino un carrettiere di nome Giocondo. Possedeva un carro e una mucca, un figlio di nome Nicola, un frantoio e una pressa a pietra per la macina dell’olio. Che cosa faceva un carrettiere?  Giocondo, in particolare trasportava per sé e per terzi con il suo carro e con la sua mucca i mattoni dalla fornace sita sulla costa dei trabocchi a Marina di San Vito Chietino. Oggi la ex fabbrica dei mattoni è ancora lì in disuso, ma è ancora lì. Possedeva, un frantoio e vista l’importanza dell’olio nelle case delle persone, pensò che quello poteva essere un investimento per il futuro. Nicola suo figlio, nel cercare di contribuire a questo sogno e vedendo che suo padre stava avanzando con l’età decise di migrare per gli Stati Uniti con l’obiettivo di sostenere economicamente  moglie, i suoi tre figli e il nonno. Uno dei tre figli di Nicola, si chiamava anch’esso Giocondo. Sentiva la responsabilità di una famiglia con un padre lontano e un frantoio da dover mandare avanti. Infatti Dino, definisce suo nonno Giocondo, un uomo dalle grande capacità, ingegnoso e laborioso. Nel frattempo, la seconda guerra mondiale obbligò Gioconodo a partire sul fronte in Jugoslavia, così come suo fratello. Rientrò a casa a San Vito Chietino solo nel 1943 con l’intento di ridar vita e ricostruire il famoso frantoio di suo nonno.

“In frantoio, mostriamo e le tecniche di estrazione attraverso un documentario professionale. Proponiamo ai nostri ospiti minicorsi assaggio olio con degustazioni “verticali” dei nostri oli”

 

https://video.ibm.com/recorded/126812882?fbclid=IwAR3FMsUmyLUjg4_F81VbFdi1-OF6fJx35M-gyPtZslLWQR7VBdf7Ky9haus

Struttura

Categoria

Esperienze

Regione

Città

Indirizzo

via S.Rocco Vecchio,9 San Vito Chietino - 66038 - chieti

Email

info@frantoiogiocondo.it

Sito web

Numero di telefono

3471656911

Prezzi

Contatta la struttura per maggiori Informazioni

Info e Prenotazioni

telefoniche al numero 347 1656911, per mail a info@frantoiogiocondo.it,

Geolocalizzazione

Contatta la struttura per maggiori Informazioni

Come Raggiugerci

In auto uscita A14 casello Lanciano - S.Vito Chietino In treno, stazione di riferimento Pescara per treni a lunga percorrenza. Cambio a Pescara con treno locale per San Vito Chietino; in stazione a San Vito si possono affittare bici. Aereo - aeroporto di Pescara.

Importante

La valutazione personale non corrisponde al voto per il Concorso Nazionale Città dell’Olio. Per votare l’iniziativa ai fini del concorso è necessario registrarsi (vedi Regolamento) e cliccare sull’apposito pulsante in alto a destra.