Museo dell’olio della Sabina: la tradizione incontra l’arte contemporanea.

Esperienze

Il Museo dell’olio della Sabina riesce nell’ ardua impresa di coniugare la tradizione e l’arte contemporanea, offrendo al visitatore un tour guidato strutturato sulle indicazioni artistiche delle menti che lo hanno concepito. Il percorso di visita guidata al Museo dell’olio della Sabina non è soltanto atto alla decodificazione del linguaggio contemporaneo, ma è necessario alla sua espressione. Come in un libro, le pagine vengono sfogliate secondo un ordine predefinito, ed ognuna di esse ci aiuta a comprendere la precedente. La voce di questa storia sarà l’operatore museale, che avrà il compito di guidare il visitatore e di renderlo protagonista: la soggettività dell’interpretazione pone l’individuo al centro dell’esperienza, rendendolo capace di scrivere ed aggiungere nuovi dettagli alla storia. Una visita guidata che diventa dunque attiva, personale e che stimola la creatività del visitatore di ogni età. Un’ esperienza dove l’olio è arte, spiritualità, lavoro, sacrificio.

La Struttura

La storia del Museo dell’olio della Sabina inizia alla fine degli anni ottanta con il recupero di Palazzo Perelli (XVI sec.). L’intervento di restauro è occasione per la comunità di entrare in contatto con la contemporaneità. Nel 1997 il progetto prenderà vita grazie ad una catena di artisti che parte da Alik Cavaliere, passa per Maria Lai, arriva ad Hidetoshi Nagasawa e si conclude con Gianandrea Gazzola. Gli artisti lavorano sul territorio, dal quale colgono ispirazione fino al 7 Aprile 2001, data di inaugurazione. Il Museo offre un’esperienza completa che abbraccia l’arte, la cultura, la gastronomia e la didattica. Oltre alle visite guidate si offre un ricco programma di didattica per bambini dai 3 ai 12 anni. Le attività sono relative al percorso del museo e incentrate sullo sviluppo della manualità, del concetto di spazialità e di lavoro di gruppo. Molte delle attività sono di tipo musicale, create appositamente da un operatore certificato della metodologia “Orff- Schulwerk” che guida i bambini nei diversi laboratori basati sul percorso museale. Cultura e gastronomia si uniscono nello shop dove è possibile acquistare il catalogo del museo e una ricca selezione di prodotti del territorio tra cui anche olio extravergine di oliva DOP. L’operatore è in grado di consigliare il turista sulle diverse tipologie d’olio per un acquisto consapevole e mirato alle esigenze del consumatore.

Struttura

Categoria

Esperienze

Regione

Città

Indirizzo

Viale Regina Margherita SNC

Email

museoliosabina@gmail.com

Sito web

Numero di telefono

3388747443

Prezzi

Contatta la struttura per maggiori Informazioni

Info e Prenotazioni

EMAIL: museoliosabina@gmail.com; TELEFONO:0765.36370- 346.817972; FACEBOOK Museo dell’ olio della Sabina

Geolocalizzazione

Contatta la struttura per maggiori Informazioni

Come Raggiugerci

Contatta la struttura per maggiori Informazioni

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Importante

La valutazione personale non corrisponde al voto per il Concorso Nazionale Città dell’Olio. Per votare l’iniziativa ai fini del concorso è necessario registrarsi (vedi Regolamento) e cliccare sull’apposito pulsante in alto a destra.